fbpx
Padre e mamma in gravidanza, far muovere il bambino nella pancia

Come Fare Per Far Muovere Il Bambino Nella Pancia

Per una mamma in gravidanza, sentire il bambino muoversi all’interno della pancia è sicuramente un momento emozionante. Questa esperienza non provoca soltanto tanta gioia, ma assicura che tutto stia procedendo per il meglio. In questo articolo scoprirai trucchi e consigli per far muovere il bambino nella pancia.

Quando un bambino inizia a muoversi?

Innanzitutto, è importante chiarire quando è possibile iniziare a sentire i movimenti del proprio bambino all’interno dell’utero. Durante i primi mesi di crescita, infatti, gli arti del piccolo sono troppo piccoli e troppo distanti dalle pareti per essere in grado di provocare una vera e propria sensazione.

Alcune mamme affermano di iniziare a sentire i primi movimenti intorno al terzo mese, come una leggera sensazione di solletico, per poi passare a devi veri e propri calci o colpetti al settimo mese di gravidanza. È proprio in questa fase della gravidanza che è fondamentale cercare di stimolare il bambino a muoversi, per capire che tutto stia procedendo per il meglio giorno dopo giorno.

I movimenti del bambino sono un chiaro segno che il piccolo è in grado di reagire agli stimoli esterni, spesso però è necessario incentivare i suoi movimenti. Nell’ultimo mese di gravidanza invece, dato che lo spazio intorno al bambino è veramente ridotto, il piccolo potrebbe non essere in grado di muoversi frequentemente.

Perché un bambino si muove poco?

In alcune gravidanze il bimbo potrebbe muoversi poco. Questo a volte accade anche se non sono presenti delle condizioni di rischio per la salute del piccolo. 

In sintesi, il piccolo riceve degli stimoli a seconda del flusso di ormoni presenti all’interno del corpo della mamma. Di conseguenza, è in grado di percepire tramite la placenta quando la mamma è stanca, felice, stressata o emozionata. Per esempio, se aspetti un bambino e ti trovi a lavoro, potresti non sentire mai un singolo movimento, mentre quando sei a casa rilassata potresti riuscire a sentirlo chiaramente, perché non occupata da altri pensieri. Un altro studio ha mostrato che quando la madre si arrabbia, anche il bambino tende a scalciare di più. Nonostante ciò, non ci sono ancora sufficienti prove scientifiche riguardo a questo.

Esistono anche delle motivazioni strettamente fisiologiche per cui i bambini si muovono poco e per cui potrebbe essere necessario far muovere il bambino nella pancia, per capire che tutto stia procedendo correttamente. In primo luogo, i bimbi hanno dei cicli di sonno più lunghi, quindi per la maggior parte del tempo potrebbero semplicemente essere addormentati nell’utero. Inoltre, l’ultimo mese della gravidanza non c’è più spazio a sufficienza. Se non senti il tuo piccolo muoversi quando mancano poche settimane o pochi giorni dalla nascita, probabilmente questa è la motivazione principale.

Come fare per far muovere il bambino nella pancia: consigli

Pancione gravidanza e bambino

Esistono diversi trucchi e consigli per far muovere il bambino nella pancia. Prima di procedere con qualsiasi attività, è bene consultare il medico specialista. Alle volte, anche un semplice alimento che considerate innocuo, potrebbe scatenare delle problematiche. Chiedi sempre un parere prima di effettuare ciascuna delle pratiche che trovi sotto:

1. Mangia un alimento zuccherato

I bambini rispondono agli incrementi di zucchero nel sangue. La prossima volta che vuoi far muovere il bambino nella pancia, mangia un alimento ricco di zuccheri, come della frutta. Se vuoi avere la certezza che questo metodo funzioni, prova a bere anche un bicchiere di succo di frutta. L’aumento di zucchero nel sangue verrà percepito dal piccolo che inizierà a scalciare di conseguenza.

NOTA BENE: Tutti gli alimenti zuccherati stimolano una reazione nel bambino. Cioccolato e dolci potrebbero far muovere il bambino, tuttavia, fai attenzione a non esagerare, soprattutto se soffri di patologie come il diabete, o tendi ad avere la glicemia alta. Ricordati di chiedere sempre un parere al medico.

Leggi anche il nostro articolo dedicato a diabete in gravidanza.

2. Saltella allargando braccia e gambe

Questo semplice esercizio fisico aiuta a far muovere il bambino nella pancia. Potrebbe capitarti che se il piccolo si trova in una posizione non troppo pratica per gli esami di routine, ti verrà richiesto di fare questo breve esercizio e successivamente sottoporti nuovamente all’esame. Anche in questo caso, ti raccomandiamo di non esagerare con l’attività fisica, per evitare di causare dei danni al piccolo. Ogni gravidanza, così come ogni futura mamma è leggermente diversa dalle altre, chiedi sempre al medico quali esercizi sono utili e quali invece dovresti evitare.

3. Premi leggermente sulla pancia

Una altro trucchetto utilizzato anche dal medico durante gli esami di routine, è quello di premere delicatamente sulla pancia per far muovere il piccolo. Tantissime future mamme dichiarano di riuscire a far muovere il bambino nella pancia semplicemente applicando una leggera pressione. Fai attenzione a non premere con troppa forza per non rischiare di far male al piccolo.

4. Accarezza il pancione

Un altro modo è quello di accarezzare il pancione da sdraiata sul letto o adagiata sul divano. Questo movimento viene percepito subito dal piccolo e provoca in lui una reazione repentina. Il bimbo è in grado di sentire la mano muoversi sulla pancia e potrebbe scalciare proprio nel punto in cui stai toccando, a seconda della posizione in cui si trova.

5. Distenditi sul letto

Mentre cammini, corri e ti muovi il tuo piccolo si sente cullato e per questo tende a dormire. Al contrario quando sei sdraiata, il bambino si sveglia, anche perché deve adattarsi al nuovo spazio disponibile, soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza. Tantissime future mamme hanno dichiarato di riuscire a far muovere il bambino semplicemente sdraiandosi sul letto prima di andare a dormire.

Questo trucchetto funziona in qualsiasi momento. Quindi, anche se non devi andare a dormire, distenditi sul divano per svegliare il tuo piccolo e farlo muovere. Dovresti riuscire a ottenere dei risultati già dopo pochi minuti e se proprio non riesci a sentire nulla, prova a spostarti delicatamente su un fianco e sull’altro, per stimolare ancora di più il piccolo.

6. Concediti un bagno

Per poterti rilassare e creare un’atmosfera che allontana qualsiasi altro pensiero, potresti concederti un bel bagno dentro la vasca. L’atmosfera particolarmente rilassata e piacevole, potrebbe far muovere il bambino nella pancia in pochi minuti.

7. Parla con il bambino

Parlare con il piccolo non è una pratica inutile. A partire dal 4° mese, infatti, l’apparato uditivo del tuo piccolo inizia a formarsi. Una volta arrivati al 5° mese di gravidanza, il bambino è in grado di sentire chiaramente la tua voce e i rumori esterni, come la musica o la voce del papà. Quando il piccolo percepisce un rumore, potrebbe reagire muovendo la testa o le gambe. Quindi, per far muovere il bambino nella pancia, ma anche per abituarlo alle voci di chi lo starà accanto subito dopo la nascita, parlagli spesso e cerca di ripetere dei monosillabi. Tutto questo consente di tenere il bambino sempre in attività.

8. Fai qualcosa di adrenalinico

L’adrenalina che scorre all’interno del tuo corpo viene percepita anche dal piccolo. Per questo motivo, per far muovere il bambino nella pancia, puoi fare delle attività che ti rendono leggermente nervosa, come guardare un film ricco di suspense. In questo modo stimoli l’attività del piccolo, tuttavia, dovresti evitare di entra totalmente nel panico. Una situazione di panico potrebbe far male sia a te che al piccolo che porti in grembo.

9. Canta una ninna nanna o ascolta della musica

Se semplicemente parlando non ottieni dei risultati, puoi far muovere il bambino nella pancia cantando o ascoltando della musica. Alcune mamme posizionano le cuffie sopra la pancia, in modo da far sentire al piccolo le proprie canzoni preferite. In questo modo, potresti sentire il piccolo scalciare se sei già al 5° mese di gravidanza. Importante precisare che il volume della musica non deve essere troppo alto perché potresti danneggiare le sue orecchie ancora in via di sviluppo.

Cosa fare se il bambino non si muove?

Mani sul pancione gravidanza

Tutti questi trucchetti consentono di far muovere il bambino nella pancia, tuttavia, ogni gravidanza è unica e diversa dalle altre. Anche se riesci a percepire soltanto pochi movimenti del tuo piccolo questo non significa che siano presenti dei disturbi o delle patologie. Ecco cosa fare per evitare di preoccuparsi inutilmente:

  • Pensa a quando è stata l’ultima volta che lo hai sentito muovere e considera in quale momento della giornata ti trovi. Di mattina i bimbi si muovono di meno nel pancione. Durante la sera, invece, il piccolo è più attivo. Attendi la fine della giornata.
  • Se hai sentito il piccolo circa 10 ore prima, non dovresti preoccupare. Il bimbo ha dei cicli di sonno abbastanza lunghi, quindi probabilmente sta dormendo.
  • Attendi almeno 24 ore e cerca di stimolare il piccolo con le diverse pratiche citate nella sezione sopra. Se niente di tutto ciò funziona per un giorno intero, recati all’ospedale.

Il bambino non si sente muovere da giorni

Se sono passati diversi giorni e ti sei resa conto di non aver sentito minimamente il tuo piccolo muoversi, non è più il momento di aspettare. Il tempo limite è di 24 ore. Entro queste tempistiche dovresti riuscire a percepire almeno un calcetto. Se questo non accade, dovresti recarti in ospedali per sottoporti a dei controlli e capire cosa sta accadendo.

In alcuni casi, il bambino non si muove perché la mamma è particolarmente stressata e neanche le pratiche per far muovere il bambino nella pancia riescono a rimuovere la condizione di stress, aggravata ancora di più dal fatto di non riuscire a sentire il piccolo. Con una semplice visita in ospedale è possibile assicurarsi che tutto sta precedendo per il meglio.

Purtroppo, ci sono anche dei casi in cui si verifica la MEF, morte endouterina fetale, verso il 7° – 8° mese. Questo, però, non deve essere motivo per cercare di far muovere il bambino nella pancia ogni minuto. Ti consigliamo di trovare dei momenti nella giornata per rilassarti e vedrai che riuscirai sempre a sentire il tuo piccolo. E se ti trovi in una situazione a rischio dove non hai sentito nessun movimento per 24 ore, una rapida visita di controllo all’ospedale potrà risolvere ogni dubbio e preoccupazione.

Altri articoli