fbpx

Formaggio in gravidanza: sì o no? [Consigli utili per te]

L’alimentazione in gravidanza è un argomento molto serio e, allo stesso tempo, molto ricercato dalle neo mamme. Formaggio in gravidanza? Pesce o carne in gravidanza? Si possono mangiare?

Quante domande e quanti cambiamenti ti attendono.

Certamente sarebbe meglio affidarsi ad una nutrizionista esperta in grado di seguirti durante tutti i mesi di gestazione, ma lo sappiamo bene: i mesi della gravidanza sono quelli che richiedono più impegno e organizzazione.

Gli appuntamenti dal medico, l’organizzazione della casa che deve completamente cambiare, in vista dell’arrivo del nascituro, e in particolare la sua futura camera da letto. Poi, la festa per la mamma e il piccolo e tutto la riorganizzazione del proprio armadio, che improvvisamente vede comparire abiti larghi. Tutto quello che prima risultava essenziale per te, ora diventa secondario in vista di qualcosa di molto più grande.

I mesi della gravidanza sono quelli in cui guardi il tuo pancino diventare ogni giorno sempre più grande, e pensi che dentro di te c’è un piccolo essere che dovrai proteggere, che amerai per sempre e che sarà l’unico in grado di cambiarti davvero la vita.

Ti prepari a quel momento psicologicamente, ma in realtà non sei mai pronta per davvero. La prima volta che lo vedrai, il cuore ti batterà forte. Ecco perché ogni decisione sia prima che durante la gravidanza, assume molta importanza.

L’alimentazione è il punto che più spaventa le neomamme, che per novi mesi devono rinunciare a molte delle loro abitudini preferite. Cosa puoi mangiare, anche stabilendolo in base alle necessità del tuo corpo, lo può decidere soltanto una professionista dell’alimentazione. Noi, però, possiamo darti qualche consiglio.

Formaggi in gravidanza: che alimentazione seguire

Tendenzialmente in gravidanza sarebbe sempre meglio optare per un’alimentazione molto varia, sicuramente gli eccessi non sono la strada giusta per quei nove mesi che ti attendono. Le regole basiche sono:

  • Evita i cibi crudi
  • Evita i formaggi non pastorizzati;
  • Evita l’alcool;
  • Evita i cibi preconfezionati.

Queste sono quelle regole che faresti bene a seguire. Quindi per esempio, i formaggi in gravidanza sono ammessi, così come il pesce e la carne ma, per ognuno di questi alimenti deve essere controllata attentamente la provenienza, devono tutti essere conservati alle giuste temperature e non bisogna mai e poi mai mangiarli crudi o non pastorizzati.

I formaggi stagionati sono promossi. Il grana e il parmigiano, contenendo poca acqua, rispetto a quelli molli, possono far molto bene alla mamma. In generale sono anche quelli che non danno ai batteri la possibilità di proliferare. Tranquilla, la mozzarella è ammessa in gravidanza, così come anche i fiocchi di latte, il formaggio spalmabile e la ricotta.

Tutto quello che devi ricordare quando sei incinta, è di moderare sempre ogni tua scelta. Una mamma in gravidanza ha bisogno di:

  1. Proteine
  2. Vitamine del gruppo B
  3. Riso, pasta e pane
  4. Legumi
  5. Calcio
  6. Acidi grassi Omega-3
  7. Luteina per lo sviluppo della retina del feto

Una mamma in gravidanza può concedersi dei peccati di gola ogni tanto, basta che non diventi un’abitudine. Il mito del “mangiare per due” non esiste, non bisognerebbe aumentare oltre i 10 kg, rispetto al proprio peso normale e sempre in relazione al fabbisogno della mamma e del bambino.

A proposito dei formaggi, così come per gamberi in gravidanza o vongole in gravidanza, ci sono delle conseguenze se non li consumi non pastorizzati (i primi) o cotti (i secondi).

Hai mai sentito parlare della listeriosi? Sai cos’è? Molto probabilmente ancora non ne sei a conoscenza. La listeriosi è una malattia causata dal batterio Listeria monocytogenes e viene trasmessa con il consumo di alimenti contaminati. Il batterio Listeria monocytogenes è molto pericoloso, in quanto quello che causa è una malattia infettiva. Se quest’ultima appare nelle sue forme più aggressive, può essere letale per soggetti deboli come appunto i bambini e le donne in gravidanza.

Come ti accorgi se hai contratto la listeriosi? Febbre, brividi, mal di testa, dolori muscolari e articolari, torcicollo, convulsioni, perdita di equilibrio e disturbi intestinali rappresentano i sintomi più comuni.

Cosa causa la listeria a te o al bambino? Nei casi più gravi, setticemia, encefalite, meningite. Per le donne in gravidanza, l’aborto spontaneo è molto frequente. Si può curare questa malattia? Sì, generalmente con un trattamento a base di antibiotici.

Listeriosi: come evitarla nelle donne in gravidanza

La listeriosi, come abbiamo spiegato nel paragrafo precedente, è una malattia che puoi contrarre dai cibi contaminati. Ecco cosa dovresti evitare:

  • Latte crudo, ad esempio quello appena munto e non pastorizzato;
  • Formaggi a pasta molle;
  • Prodotti caseari fatti con latte non pastorizzato;
  • Carni crude;
  • Salumi e insaccati vari;
  • Pesce affumicato, come nel caso del salmone. Chiaramente, pesce crudo;
  • Frutti di mare e crostacei.

Raccomandazioni importanti. Se sei una patita di verdure, devi ricordarti di non mangiarle mai crude e a pulirle sempre molto attentamente. L’igiene deve essere al primo posto quando sei incinta, ma in realtà anche quando non lo sei, perché il rischio di infezioni è sempre dietro l’angolo.

Il rischio di contrarre la listeriosi in gravidanza è più alto durante i primi tre mesi, lo stesso vale per le altre malattie infettive derivanti da alimenti come carne o pesce. Nei primi 3 mesi di gestazione, la tua attenzione deve essere massima, sia rispetto all’alimentazione che alla tua vita. No a stress, attività sportive stressanti e ad altre forme di azioni che possono spezzare la tua tranquillità.

Dieta corretta in gravidanza: formaggi, verdure, proteine, calcio e tanto altro

I principi nutritivi necessari per le donne in gravidanza, sono i seguenti:

  • Proteine
  • Lipidi
  • Carboidrati
  • Fibre
  • Vitamine
  • Sali minerali

Tutti i cibi in cui sono contenuti questi principi attivi sono i benvenuti in gravidanza, l’unica reale accortezza è quella di non eccedere con zuccheri, sale, fritture. Prediligi sempre carni bianche e pesce, facendo attenzione a non comprare mai i pesci di grandi dimensioni. Quest’ultimi sono quelli più ricchi di mercurio e quindi dannosi, sia per la tua salute che per quella del piccolo.

Una dieta alimentare corretta in gravidanza prevede 5 pasti al giorno, così come anche quando non sei incinta. I tre principali devono essere ricchi dei principi attivi a te necessari, e poi quelli tra metà mattina e metà pomeriggio, devono riuscire ad essere energetici quanto basta per non arrivare a sera con molta fame.

Tieni sempre presente che è meglio rivolgersi ad una nutrizionista esperta, che sappia bilanciare bene le tue normali necessità, a quelle relative del periodo di gestazione.

Ad ogni modo vivi la tua gravidanza con serenità, facendo attenzione alla tua alimentazione ma evitando di entrare in stati ansiosi. Goditi questo periodo bellissimo, illuminante per te come donna e come madre.