fbpx

Quando Fare Il Test Di Gravidanza?

Quando fare il test di gravidanza?

Questo è un articolo che cercherà di darvi le dritte giuste su quando fare il test di gravidanza, che è un altro di quei momenti in cui la donna, che della gravidanza poco sa, è proprio all’inizio e quindi ancora di più nulla sa.

In questi articoli di certo una cosa abbiamo capito: fin dall’inizio, una donna in gravidanza deve avere cura di sé e deve mangiare bene.

Ma ciò non basta, perché è molto, davvero molto importante, il momento in cui decidiamo di avere un ritardo e di fugare un dubbio con il primo test.

A prima vista cosa sapere sul test di gravidanza

  • Non è consigliabile fare un test di gravidanza prima di 12 – 14 giorni dopo l’ovulazione
  • Ripeti il test due giorni dopo, indipendentemente dai risultati
  • Assicurati di utilizzare un test di gravidanza di alta qualità

Quando dovresti fare un test di gravidanza?

Se stai cercando di rimanere incinta, probabilmente hai sperimentato anche quello stato di  angoscia che porta a chiedersi quando fare un test di gravidanza.

Soprattutto quando si verificano i potenziali primi segni di gravidanza come la nausea, mal di testa e affaticamento, può essere difficile resistere a fare il test prima del tempo.

Hai davvero bisogno di aspettare fino al primo giorno del tuo ciclo che è assente o puoi testare prima se hai concepito o meno un bambino?

Ci sono davvero due risposte a questa domanda: il test lo puoi fare quando puoi e quando devi.

Niente ti impedisce di fare un test di gravidanza ogni volta che vuoi, questo è quello che mi sento di dirti.

Ma se lo fai prima dell’ottavo giorno dopo l’ovulazione probabilmente stai sprecando i tuoi soldi e ti stai preparando per una delusione inutile.

Il motivo per cui il test non funziona prima è che questo ha a che fare con il momento in cui si verifica l’impianto dell’ovulo con lo spermatozoo.

Anche se si è verificato il concepimento, l’ovulo fecondato non inizia a produrre hCG, cioè quello che è l’ormone rilevato dai test di gravidanza, fino a quando l’impianto non è completo.

Mentre è tecnicamente possibile che l’impianto si verifichi in qualsiasi momento tra il sesto e il dodicesimo giorno dopo l’ovulazione, l’85 percento delle volte si verifica tra l’ottavo e il decimo giorno e invece si verifica lo 0,5% delle volte prima del sesto giorno post ovulatorio.

Dopo che l’impianto è avvenuto sul serio, i livelli di hCG, l’ormone della gravidanza, iniziano a raddoppiare all’incirca ogni 48 ore.

Dobbiamo anche dire che i livelli di hCG quelli che sono riferiti al basale, i livelli precoci di hCG in gravidanza e il tempo di raddoppio dell’hCG quando l’impianto è avvenuto variano da donna a donna e da gravidanza a gravidanza.

Insieme alla data reale dell’impianto, questi fattori influenzeranno quanto prima è possibile se la gravidanza è certa e questo già si può vedere con un test di gravidanza positivo.

Decidere quando effettuare un test di gravidanza è un calcolo del rapporto rischio-beneficio: testare la propria gravidanza prima dei 12 giorni dall’ovulazione significa soppesare il rischio di essere delusi da un possibile risultato falso rispetto al risultato, che è veramente improbabile, di un risultato positivo precoce.

Come evitare un test di gravidanza falso positivo?

  • Non eseguire il test prima di 12 – 14 giorni dopo l’ovulazione.
  • Ripeti il ​​test due giorni dopo, indipendentemente dai risultati. Se si ottiene un risultato negativo per la prima volta, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il proprio ormone hCG non è aumentato abbastanza per consentire al test di rilevarlo. Se si ottiene un risultato positivo, un secondo test due giorni dopo può escludere una perdita di gravidanza molto precoce, cioè quando l’impianto non si è proprio creato, una sindrome nota anche come gravidanza chimica.
  • Assicurati di utilizzare un test di gravidanza di alta qualità noto per avere risultati chiari e di non comprare qualcosa che costi poco ma che non sia in grado di darci dei risultati evidenti

Cosa causa un test di gravidanza falso positivo?

Quello che causa un test di gravidanza falso positivo è il picco dell’ormone LH, cioè l’ormone luteinizzante, prodotto dall’ipofisi che serve a promuovere un ottimo lavoro delle ovaie, aumentando il livello di progesterone.

A volte, l’ormone hCG, che è quello che sale in gravidanza, può essere rilasciato dall’ipofisi al momento del picco dell’LH nel nostro corpo.

Se fai un test di gravidanza durante questo periodo, c’è una piccola possibilità di un falso positivo.

Un’alta percentuale di gravidanze precoci, quelle che si chiamano gravidanze chimiche, viene eliminata anche prima del giorno in cui ci viene il ciclo.

Fare un test troppo presto potrebbe rilevare una gravidanza molto precoce che non è praticabile e che non può essere continuata.

Tecnicamente, questo non è un falso positivo, perché sei davvero incinta.

Le donne in perimenopausa hanno livelli leggermente elevati di hCG circolante, anche quando non sono in gravidanza. Ciò potrebbe portare a un risultato falso positivo.

Che cos’è la perimenopausa? E’ quel momento in cui le donne, che hanno una certa età e che stanno per andare in menopausa, vivono i 4-5 anni prima della definitiva menopausa con quelli che sono i sintomi chiari della menopausa, oltre all’assenza del ciclo stesso.

Anche chi fa o ha fatto trattamenti per la fertilità e quindi prende o ha preso determinati medicinali può incappare nell’errore del falso positivo.

Cosa causa, invece, un test di gravidanza falso negativo?

Una delle cause può essere un test fatto troppo presto. Nella gravidanza molto precoce, non tutte le donne producono abbastanza ormone hCG che serve per il test.

Poi può anche essere che si sia usato un test che è scadente, quindi non abbastanza sensibile. Oltretutto se si pensa di fare il test troppo presto è bene e necessario usare un test che sia ancora più sensibile del dovuto.

Anche se si è bevuta una grossa quantità di acqua prima di fare il test si ha un effetto che si chiama urina diluita, cioè un’urina così annacquata che non è in grado di mantenere valido il livello di hCG per essere misurata.

Un’altra cosa da tenere in considerazione è che l’urina che è rimasta troppo tempo nella provetta non è più utilizzabile e, essendo stata troppo tempo all’aria può essere un falso negativo evidente.

Che tipo di test di gravidanza è il migliore?

Se stai provando a testare la tua gravidanza il primo giorno che non ti viene il ciclo, non importa quale test utilizzi, ma la maggior parte dei test attualmente in commercio sono affidabili e produrranno un risultato positivo per il 98% delle donne in gravidanza.

Ma se stai provando in anticipo, dovresti utilizzare un test più sensibile, solo che devi ricordare che i test di gravidanza hanno meno probabilità di essere precisi se presi prima del tuo ciclo che non arriva.

Più il test di gravidanza è sensibile, più è probabile che sia in grado di rilevare precocemente la gravidanza. Ma anche test di gravidanza più sensibili sono più propensi a restituire falsi positivi se non sono utilizzati per bene.

Quali altri fattori dovresti cercare in un test di gravidanza?

Facilità d’uso

Le marche di test di gravidanza differiscono tra loro per quanto siano facili da usare.

I test mid-stream richiedono che tu tenga il test direttamente nel tuo flusso di urina, mentre i test dip-stick richiedono che tu faccia pipì in una tazza dove poi immergere il test per alcuni secondi.

Molte donne preferiscono i test di dip-stick perché sono meno disordinati, ma questa è una questione di preferenza personale.

Prezzo

Se sei il tipo di donna che preferisce aspettare fino a quando il tuo ciclo è in ritardo di diversi  e stai già sperimentando i primi segni di gravidanza come il seno dolorante o l’aumento dell’olfatto, il prezzo probabilmente non è il fattore più importante per te nel valutare i test di gravidanza.

Ma se è tua abitudine fare un sacco di test di gravidanza durante i primi giorni di ritardo per esserne sicura, ha senso cercare test di gravidanza a buon mercato, solitamente acquistati online.

Chiarezza dei risultat

Dopo che è trascorso il tempo di attesa, si guarda nella finestra dei risultati per determinare se il test è positivo o negativo.

I test positivi portano un segno più, due righe o un messaggio esplicito come “sì” o “incinta”.

Alcune donne preferiscono i test che dicono “sì” o “incinta” perché non c’è un’area grigia nell’interpretazione dei risultati.

Altre donne preferiscono i test a due linee perché la seconda linea è direttamente correlata alla concentrazione di hCG nelle urine.

Più scura è la seconda linea, maggiore è la concentrazione di hCG. Può essere rassicurante vedere la linea diventare più scura per diversi giorni mentre i livelli di hCG aumentano all’inizio della gravidanza.

Lo svantaggio dei test con le linee è che i risultati a volte possono essere difficili da interpretare. Qualsiasi seconda linea, anche molto debole, indica un risultato positivo. Tuttavia, se i test non vengono usati correttamente, a volte può apparire una seconda riga falsa (impara a capire la differenza tra un test di gravidanza positivo e un falso positivo, questo è più che importante), quindi è sempre bene prendere un appuntamento per fare le analisi del sangue e poi andare dal proprio ginecologo.

Altri articoli