fbpx

Zenzero In Gravidanza: Tutti I Benefici Che Non Ti Aspetteresti

Quante volte in gravidanza ci si priva di alimenti che non sappiamo se ci possano fare bene o male?  E’ molto importante informarsi su ciò che può essere positivo per la crescita del proprio bimbo e su ciò che al contrario può essere dannoso, proprio perché, soprattutto in questo periodo, sono diretti gli effetti delle scelte alimentari che la mamma compie durante i nove mesi di gestazione sul futuro nascituro.

Abbiamo già visto quali sono i cibi da evitare in gravidanza e quali invece quelli che fanno bene allo sviluppo del feto. Oggi ci concentriamo invece sulle spezie che da sempre ci permettono di rendere i piatti più gustosi e invitanti. Questi alimenti infatti possono essere aggiunti tranquillamente nelle pietanze, anche in una certa misura per ridurre la quantità di condimenti, magari eccessivamente calorici e/o grassi.

Le spezie, infatti, per chi le ama particolarmente nello specifico, possono essere un modo per innovare anche ricette tradizionale oppure per scoprire nuovi sapori. In particolare scopriamo se fa bene lo zenzero in gravidanza e soprattutto quali sono i suoi benefici (e anche le sue controindicazioni).

Molti infatti sono i cibi in gravidanza che possono essere assunti senza alcuna preoccupazione ma anzi… che possono fare proprio bene non solo alle mamma ma anche al proprio bambino! Tra questi, vedremo se le spezie sono consigliate e soprattutto se alcune di loro sono preferibili alle altre. Fondamentale infatti è impegnarsi a scovare tutti quegli alimenti che possano fare bene o meglio di altri, per proteggere e coccolare il proprio bambino fin da quando lo accogliamo nella gestazione.

Alcuni alimenti poi, oltre a fare bene, possono avere un ruolo importante così come lo sport nell’evitare l’aumento di peso in gravidanza facendo in modo che la mamma sia sempre in forma e non si appesantisca durante tutto il percorso della gestazione, evitando problemi sia per quanto riguarda il parto, sia tutte le problematiche legate al periodo post, una volta che il bambino sia venuto alla luce, per riprendere una quotidianità sana e serena.

Lo zenzero: le origini e le proprietà

Lo zenzero è uno spezia originaria dell’Asia; anche detto “ginger” ha notevolissime proprietà benefiche. In particolare, dello zenzero o ginger viene utilizzata prevalentemente la radice, sia in fitoterapia che a scopo alimentare. Il ginger contiene olio essenziale, gingerina, zingerone e resine rendono alla spezia le sue proprietà benefiche per l’organismo.

La sua caratteristica tipica dal punto di vista del sapore è il “pizzicore” che provoca perché appare come cibo piccante ma anche in un certo dolce; lo zenzero è quindi perfetto sia per centrifughe e tisane che per dolci oppure da utilizzare nei piatti salati.

In particolare, l’utilizzo dello zenzero si è diffuso sempre di più dal momento in cui la cucina fusion è diventata molto ricercata e apprezzata sempre più spesso, oltre al fatto che i cibi tradizionali etnici e le loro contaminazioni sono entrate a far parte in misura sempre maggiore della nostra cultura culinaria italiana.

Molti studi si sono concentrati sulle proprietà nutritive dello zenzero, in particolare durante la gravidanza e non solo; consumarlo quotidianamente fa bene e nella medicina popolare cinese è sempre stato impiegato per la cura e il benessere delle gestanti.

Ecco le proprietà principali dello zenzero:

  • Migliora la digestione e calma le nausee: capita che al mattino in particolare, soprattutto durante i primi mesi di gravidanza, si possa avere un problema di mal di stomaco e più in generale di nausee e sensazione come di “mal di mare”.. Proprio per evitare questi fastidi è consigliabile nutrirsi con pezzetti di radice da prendere dopo i pasti principali o con una tisana di ginger. Aiuta inoltre a ridurre i mal di pancia con eventuale meteorismo e gonfiore.

 

  • Riattiva il metabolismo: lo zenzero è considerato tra i cibi bruciagrassi: la sue proprietà fanno sì che produca calore trasformando il cibo in energia e non in adipe che va a depositarsi nel corpo. Può essere molto utile quindi per aiutare a non prendere troppi chili durante la gravidanza.

 

  • Aumenta le difese immunitarie: consumare durante la gestazione e più in generale quotidianamento lo zenzero, aiuta a sostenere il sistema immunitario per combattere influenze e malanni di stagione; quest’aspetto è molto importante soprattutto perchè in gravidanza è bene evitare un eccesso di farmaci o comunque prendere solo quelli strettamente consigliati dal proprio medico.

 

  • Attenua le infiammazioni: lo zenzero ha dei benefici portentosi per quanto riguarda i dolori e le infiammazioni articolari, muscolari ma anche in generale quei fastidi grandi o piccoli del corpo. Attenua anche per esempio il mal di testa.

 

  • Aiuta a togliere mal di gola, tosse e influenze: le sue proprietà migliorano tantissimo tutti quei fastidiosi problemi legati alla stagionalità e in particolare aiuta senz’altro a combattere il mal di gola e i raffreddori che ci colgono in particolare nei periodi in cui cambia il tempo. Ha proprietà antibatteriche e antinfettive; lo zenzero, preso anche candito (particolarmente buono e dolce) aiuta a combattere il bruciore di gola e preso come tisana calda calmare riesce a sedare la tosse e combattere il raffreddore.

 

  • Combatte il mal di testa insistente: quando si ha l’emicrania lo zenzero è un ottimo alleato: bere una tisana aiuta a calmare l’emicrania grazie alle sue proprietà che hanno effetti anche a livello dei vasi sanguigni.

 

  • Aiuta a contenere gli zuccheri nel sangue e il colesterolo: Lo zenzero aiuta a contenere alcune sostanza negative presenti nel sangue – come i grassi nocivi e la glicemia – e in qualche modo a valorizzare gli aspetti benefici di cui abbiamo appena discusso; aiuta infatti anche a controllare il diabete in gravidanza.

 

Come abbiamo visto, quindi, lo zenzero è un prezioso alleato, soprattutto per il benessere dello stomaco (con le sue proprietà da gastroprotettore) aiutando in particolar modo a combattere la sensazione fastidiosa di nausea che si può avere durante la gravidanza, oltre agli effetti antidolorifici e di aumento delle difese immunitarie molto utili contro dolori e raffreddori e malanni di stagione.

Come assumere lo zenzero: tisane, zenzero candito, caramelle

Ecco tre idee per assumere lo zenzero; inoltre, è possibile anche mangiare pezzetti di radice cruda, che fanno molto bene ma non tutti riescono a consumarla in questo modo perchè potrebbe “pizzicare” un po’, dal punto di vista del sapore.

  • Tisana

Cosa serve:

  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • un cucchiaino di zenzero tritato
  • miele (q.b.) Come si fa: portare a ebollizione l’acqua, aggiungere lo zenzero tritato e aggiungere il miele; bere poi con gusto.
  • Zenzero candito

Particolarmente dolce e buono, lo zenzero candito è a  base di radici fresche di zenzero e deve essere conservato per mai più di un mese, in un luogo fresco e asciutto.

E’ possibile comprarlo nei supermercati o nei negozi alimentari.

  • Caramelle allo zenzero

Molto utili (e buone) da mangiare in caso di nausee proprio per alleviarle. Meglio non eccedere, in ogni caso, soprattutto in caso di diabete.

Questi sono solo tre modi in cui gustare lo zenzero ma ce ne sono tanti altri, che aiutano anche la creatività a potersi esprimere.

Tenendo conto dei tanti benefici dello zenzero è bene cercare di consumarlo quotidianamente, soprattutto durante il periodo della gravidanza.

Per poter assumere, inoltre,  lo zenzero anche come spezia da aggiungere ai piatti, questo può essere polverizzato o triturato, in modo da poter variare sempre il suo consumo in una dieta che sia sempre equilibrata.

Altri articoli