Neonato 6 mesi – Peso, Lunghezza, Sonno E Crescita!

Congratulazioni! Il tuo piccolo ha già sei mesi! Come vola il tempo… Fino ad ora il tuo bambino è cresciuto molto velocemente, ha affrontato diverse sfide e sta iniziando a capire sempre più cose. 

Il sesto mese è un mese importante, ricco di cambiamenti come lo svezzamento e la lallazione. Il neonato di 6 mesi sta anche iniziando a muovere i primi passi verso il gattonamento e tanto altro ancora. 

Continua a leggere la nostra guida per saperne di più a proposito della sua crescita, dei suoi progressi cognitivi e motori e dei suoi comportamenti.

Crescita del neonato di 6 mesi

Il neonato di 6 mesi ormai riesce a star seduto da solo senza appoggio e ha un maggiore controllo dei movimenti del suo corpo. Infatti, ha una buona padronanza delle sue manine con cui si diverte ad afferrare e a lanciare gli oggetti (è uno tra i giochi che più ama). 

Noterai quanto gli piace rotolarsi e muoversi strisciando. Si tratta di un primo approccio al gattonamento. Sta iniziando a sperimentare e a conoscere il mondo. Anche il meccanismo di deglutizione si sta affinando proprio per facilitare il passaggio dal latte ai cibi semisolidi.

Peso e altezza del neonato di 6 mesi

Ogni neonato ha un percorso di crescita personale, l’importante è che sia costante. In linea di massima, al sesto mese dovrebbe pesare più del doppio rispetto alla nascita. 

Fino ad ora è aumentato di peso e di altezza notevolmente e molto velocemente. Dal sesto mese in poi crescerà più lentamente e vedrai il suo peso assestarsi, quindi non preoccuparti, non c’è niente di strano o allarmante. 

Ora dovrebbe prendere circa 150 grammi a settimana. In media, al sesto mese, un bambino può pesare tra i 6,5 e i 9,5 kg (per quei bimbi nati un po’ più cicciottini). Per quanto riguarda la sua altezza invece è considerata nella norma tra i 63 e i 70 cm.

I 5 sensi del neonato di 6 mesi

Vista: è notevolmente migliorata. Il tuo piccolo ora è in grado di fissare un oggetto fermo oppure in movimento. Riesce a distinguere le varie sfumature tra i colori e si sta sviluppando anche il senso della profondità e della tridimensionalità.

Tatto: il tuo bambino conosce il mondo attraverso le sue manine. Riesce ad afferrare con forza gli oggetti. Per esempio, inizia ad utilizzare il cucchiaino (in concomitanza con lo svezzamento) con cui ha molta manualità. Per affinare i suoi sensi i giochi più adatti sono quelli che favoriscono il suo sviluppo motorio e la sua creatività, come delle maracas o dei mattoncini morbidi. 

Udito: il tuo piccolo ormai indentifica con buona precisione la provenienza di un suono. Non solo questo, ma riesce anche a riconoscere determinati suoni che per lui sono frequenti e familiari. Per esempio, associa una voce ad un determinato volto (mamma, papà, familiari o persone che vede spesso).

Gusto: a quest’età, di pari passo con lo svezzamento, anche il gusto è uno tra i sensi più interessanti. Infatti, il tuo bambino inizia a riconoscere i diversi sapori del cibo e saprà farti capire cosa gli piace e cosa no.

Olfatto: anche l’olfatto sta migliorando sempre di più e il tuo piccolo riesce a distinguere diversi odori e profumi.

Come si comporta un neonato di 6 mesi?

Il neonato di 6 mesi riesce a riconoscere le emozioni. Infatti, identifica le espressioni del viso legate alle diverse emozioni come quelle che caratterizzano uno stato di felicità, di tristezza, di paura, di rabbia e così via. 

Non solo riconosce le espressioni, ma anche le voci. Infatti, attribuisce una voce a un determinato volto. Per questo motivo, non è strano che il tuo piccolo mostri una certa diffidenza nei confronti degli estranei. 

In questi casi è opportuno introdurre nella sua vita una persona nuova poco alla volta in modo che si abitui e che la riconosca più facilmente. 

Durante questo mese è in corso anche un cambiamento psicologico. Basti pensare alla transizione dal latte ai cibi semisolidi oppure al distacco dalla mamma. 

In questa fase infatti inizia ad uscire dal rapporto simbiotico con la mamma e ad interessarsi al mondo esterno mostrando molta curiosità. Un’altra caratteristica di questo periodo è il dito in bocca. 

Il tuo piccolo inizierà a succhiarsi il pollice, come se fosse un ciuccio, per consolarsi. Questo comportamento non è assolutamente da ostacolare in quanto potreste ottenere l’effetto opposto. È comunque un’abitudine che andrà scemando spontaneamente tra il secondo e il terzo anno di vita.

Un’altra tappa fondamentale nel suo percorso di crescita è la cosiddetta “lallazione”: il tuo bambino inizierà a ripetere sillabe a caso senza associargli un significato preciso. Per quello ci vorrà ancora qualche mese.

Il mio neonato di 6 mesi è in salute?

Per sapere se il tuo bambino è in salute consiglio sempre la solita visita mensile dal pediatra che potrà rassicurarvi su qualsiasi dubbio. Tuttavia, ci sono dei comuni disturbi che colpiscono i neonati a quest’età:

  • Febbre: il tuo piccolo diventa più vulnerabile perché in questo periodo perde quelle difese immunitarie e quegli anticorpi che ha ereditato dalla mamma. Si tratta principalmente di un meccanismo di difesa, forse dovuto ai primi dentini. In qualsiasi caso, se la febbre è alta o se sei un po’ più preoccupata o apprensiva è sempre bene consultare il pediatra. Saprà darti le giuste indicazioni e un’eventuale terapia.

  • Gengive gonfie e doloranti: a proposito di dentini ci sono dei fastidi che affliggono il tuo piccolo a quest’età. Mettere i primi dentini non causa solo gengive gonfie, ma anche un’abbondante salivazione accompagnata, a volte, da febbre e diarrea, nonché da pianti infiniti e capricci. Per alleviare questi fastidi in genere si consiglia un massaggiagengive da mettere in freezer in quanto il freddo “anestetizza” momentaneamente la parte dolente.

  • Canali lacrimali chiusi: questo disturbo è caratterizzato dalla presenza di crosticine bianco-giallastre e da un’eccessiva lacrimazione. Si tratta di un disturbo che dovrebbe risolversi spontaneamente entro il primo anno. Per facilitare l’apertura dei dotti lacrimali è opportuno tenere la parte pulita praticando dei lavaggi con soluzione fisiologica più volte al giorno affiancando dei massaggini circolari dall’alto verso il basso e dall’esterno verso l’interno. Per maggiori informazioni è opportuno portare il piccolo dal pediatra che ti darà i giusti chiarimenti al riguardo.

Alimentazione del neonato di 6 mesi

Il neonato al sesto mese è nel pieno dello svezzamento. L’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, consiglia di iniziare lo svezzamento non oltre il sesto mese in quanto il solo latte non è abbastanza per soddisfare il fabbisogno nutrizionale del bambino. 

A quest’età il piccolo ha bisogno di assumere altri nutrienti, per il suo sviluppo e la sua crescita, che il latte materno (o artificiale) non contiene. 

Il tuo piccolo inizia ad avere i suoi gusti e non si farà problemi a farti notare cosa gli piace e cosa no. Spesso pasticcia col cibo, imbrattando i vestiti o il pavimento, ma non ti preoccupare, non è un male, anzi… 

Giocare col cibo aiuta il tuo bambino a prendere confidenza con esso. Occorre armarsi di tanta pazienza.

Quanto dovrebbe mangiare un neonato di 6 mesi?

Con l’alimentazione complementare si iniziano ad introdurre cibi semisolidi che non vanno a sostituire il latte, bensì ad integrarlo e a completarlo. Durante questo percorso quindi è ancora fondamentale il latte materno o artificiale. 

Si possono aggiungere alle 3 poppate giornaliere una pappa e uno spuntino di frutta. Proprio perché ogni bambino è a sé bisogna osservare l’approccio che ha con il cibo e di conseguenza vedere se si possono incrementare le pappe oppure no. 

Per la giusta introduzione dell’alimentazione complementare è opportuno consultare il pediatra che saprà consigliarti dosi e tipologia di cibo.

Cosa può mangiare un neonato di 6 mesi?

Sicuramente uno tra i primi alimenti da introdurre nella sua alimentazione sono le verdure. È preferibile qualcosa di cucinato a casa, ma vanno bene anche i classici omogeneizzati. 

L’importante è assicurarsi della sicura provenienza e della qualità del prodotto. I cibi da evitare invece sono la cioccolata, le fritture oppure gli alimenti industriali che non sono stati preparati appositamente per i neonati. Per qualsiasi altra curiosità visita il nostro articolo sullo svezzamento del neonato.

Nanna del neonato di 6 mesi

Ormai il tuo bambino dovrebbe dormire quasi tutta la notte. Non dovrebbe quasi più sentire il bisogno di svegliarsi per mangiare in quanto le fasi di sonno e veglia si sono quasi del tutto stabilizzate.

 Per facilitare un lungo sonno durante la notte consiglio sempre il rituale pre-nanna con un bel bagnetto caldo, una storia e una coccola. 

Assicurati che mangi abbastanza durante il giorno e che sia sazio a dovere. Nonostante dorme quasi tutta la notte, il tuo bambino a 6 mesi ha ancora bisogno di dormire di giorno con un piccolo pisolino a metà mattinata e uno un po’ più lungo nel pomeriggio. 

Alcuni bambini potrebbero avere qualche disturbo del sonno, nel caso in cui dovesse persistere è opportuno contattare il pediatra.

Agenda del neonato di 6 mesi

  1. Visita pediatrica mensile

  2. Chiedere al pediatra per l’introduzione dell’alimentazione complementare

  3. Vaccini e/o richiami

  4. Accompagnare il suo sviluppo motorio e cognitivo con giochi appositi

  5. Lasciarlo “parlare” tanto e parlare con lui in modo che pian piano si abitui ai suoni legati al linguaggio

  6. Fargli sperimentare il cibo e lasciarlo “giocare” col cucchiaino

  7. Scattare foto ricordo


< Mese precedente


Mese successivo >

  • Neonato 9 Mesi >
  • Neonato 10 Mesi >
  • Neonato 11 Mesi >
  • Neonato 12 Mesi >